down-arrow   I Monumenti adottati  



NEWSLETTER
Tieniti aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter

> Leggi informativa sulla privacy




Campidano di Cagliari

Il Campidano di Cagliari è una regione storica della Sardegna sud-orientale.
Anticamente il territorio apparteneva al Giudicato di Cagliari, ed in particolare alle curatorie di:
Cagliari;
Decimo;
Gippi;
Nuraminis.
Geograficamente rappresenta la divisione convenzionale più meridionale della pianura del Campidano che ha come suo centro principale Cagliari nonché Quartu Sant'Elena e i comuni immediatamente a nord-ovest del capoluogo sardo. Si affaccia sul mare e comprende la costa orientale del Golfo di Cagliari, fino al paese di Villasimius.
L'area è conosciuta per le diverse lagune costiere intorno alle quali si sono sviluppati i principali centri urbani considerando anche il capoluogo Cagliari. In questi specchi d'acqua vivono stanzialmente i Fenicotteri rosa.

CAMPIDANO DI CAGLIARI 2

Le vicende storiche e la fortuna odierna dell'estrema propaggine sud del Campidano ruotano intorno ad un importante elemento geografico: l'acqua. L'acqua delle lagune, nei cui pressi fin dal Medioevo sorsero gli abitati di Quartu, Quartucciu, Monserrato, Selargius, da sempre industriosi e un tempo attraversati da fiumi di cui rimane memoria nel tracciato delle vie principali. L'acqua del suo golfo, che si inarca da Nora a Capo Carbonara, e dove sorge il capoluogo della Sardegna, Cagliari.


Questa città, da sempre crocevia di genti diverse e cuore delle attività economiche isolane, si offre illuminata da un sole particolarmente splendente, che anche nei mesi invernali abbaglia le superfici delle chiese e delle viuzze nei quartieri storici di Castello, Marina, Stampace e Villanova. Lo stesso sole illumina il territorio compreso tra i monti di Capoterra e il litorale cagliaritano, dove le cittadine disposte a semicerchio intorno al Golfo condividono il privilegio di sorgere vicino ad importanti santuari e di godere di panorami mozzafiato. Sul mare celeste del Golfo di Cagliari, ma anche sulla campagna della fertile piana campidanese, disegnata da colture di viti e frutteti, cui si deve la genuinità dei prodotti culinari locali.


Oltre al mare e alla campagna, il Cagliaritano è tributario della sua fama anche per la presenza, nel cittadino stagno di Molentargius, tra canneti, giunchi, alghe, dei maestosi fenicotteri rosa che qui hanno stabilito il loro habitat permanente. Infine, numerose sono le piccole cale nelle quali è possibile praticare il naturismo, sempre in periodi di non alta frequenza turistica.

 

AREA PERIMETRO AB. AL 31.12.2005 COMUNE
118351096 108859,21 25776 ASSEMINI
44521780 32681,3 4076 DECIMOPUTZU
94933976 44998,14 2951 BURCEI
31644058 29225,84 4567 MONASTIR
45252268 29646,39 2638 NURAMINIS
27843566 34316,29 7144 DECIMOMANNU
26178648 23034,94 7113 S.SPERATE
84204016 117228,3 160391 CAGLIARI
189813504 70235,51 4070 SILIQUA
32799816 26654,34 3875 USSANA
61689692 37256,05 2004 VALLERMOSA
13255961 19864,12 8639 ELMAS
101480486,4 86772,75 7089 MARACALAGONIS
6413583 12535,1 20790 MONSERRATO
96626848 71810,97 70276 QUARTU S.ELENA
27662412 50046,74 11672 QUARTUCCIU
26771178 35987,22 28650 SELARGIUS
48221984 30437,6 17660 SESTU
223384203,6 112049,75 16078 SINNAI
134784256 62370,54 6969 UTA
87602176 54329,2 6990 VILLASOR
27328446 34135,06 2098 VILLASPECIOSA

 

 

Monumenti Adottati